Dopo aver archiviato le due vittorie della Nazionale di Roberto Mancini (uguagliato il record di nove successi di fila come Pozzo) e la conseguente qualificazione alla fase finale degli Europei del prossimo anno (con largo anticipo), torna il campionato con l’ottava giornata.

La Juve grazie al successo nel derby d’Italia contro l’Inter si è ripresa la testa della classifica. Sabato i bianconeri saranno impegnati in casa contro un Bologna che prima della sosta ha diviso la posta in palio con la Lazio.

L’Inter di Antonio Conte al Mapei Stadium contro il Sassuolo proverà a dimenticare lo scivolone interno con la Juve. Gara delicata per i nerazzurri che dovranno fare a meno degli infortunati Sensi e Sanchez (per quest’ultimo tre mesi di stop per l’infortunio in Nazionale) e che in Emilia hanno perso le ultime due sfide senza mai segnare. Un solo successo nelle ultime cinque sfide per la formazione meneghina in casa di un Sassuolo che renderà omaggio al presidente Squinzi recentemente scomparso.

L’Atalanta terza forza del campionato non è più una sorpresa. All’Olimpico contro la Lazio sarà orfana di Zapata (per lui probabile stop di tre settimane per l’infortunio nella sfida tra Cile e Colombia). La squadra di Gasperini è reduce da tre vittorie consecutive e dovrà vedersela contro i bianco-celesti ancora imbattuti in casa. Immobile capocannoniere del campionato ha la possibilità di allungare in classifica nei confronti dell’assente punta orobica.

Sabato alle 18 il Napoli ospita al San Paolo il Verona. Gli uomini di Ancelotti vogliono ritrovare gol e successo dopo il pareggio a reti bianche di Torino contro i granata. Il Verona (che non perde da tre turni) è la formazione neopromossa che meglio si sta comportando in questo scorcio di campionato (decimo posto con nove punti).

L’ottavo turno di campionato segnerà l’esordio in panchina per i nuovi tecnici di Samp e Milan.

A Genova sulla panchina doriana siederà Claudio Ranieri che dovrà esordire contro la Roma allenata dal tecnico romano fino a qualche mese fa. I blucerchiati si affidano all’esperienza di un allenatore che ha vinto un titolo in Premier League con il Leicester per lasciare l’ultimo posto in classifica. La Roma dovrà rinunciare a parecchie pedine: saranno indisponibili per infortunio Pellegrini, Mikhitaryan, Perotti, Zappacosta e Under. Sulla panchina giallorossa non ci sarà Paulo Fonseca che dovrà scontare due turni di squalifica per le polemiche in Roma-Cagliari.

Al Meazza esordirà Pioli sulla scottante panchina rossonera. Il Milan malgrado il successo contro il Genoa ha deciso di esonerare Giampaolo. Il nuovo tecnico dovrà vincere lo scetticismo della tifoseria ed estraniarsi  dalle recenti vicende societarie (di queste ultime ore il probabile deficit in bilancio di oltre 140 milioni di euro). L’avversario di turno è il neopromosso Lecce che ha già vinto due gare in trasferta (Torino e Spal).

Il Cagliari in casa con la Spal prova a centrare il settimo risultato utile consecutivo e ad avvicinarsi alla zona Europa League. La Spal invece punta a lasciare la Sardegna con almeno un punto (sarebbe il primo pari stagionale per i ferraresi).

Parma-Genoa e Udinese- Torino sono le altre due sfide della domenica pomeriggio.

Al Tardini il Genoa proverà ad evitare il terzo stop di fila, mentre alla Dacia Arena il Torino vuole ritrovare il successo dopo il ko di Parma e il pari interno col Napoli. Per riuscirci potrà contare sull’ottimo momento di forma di capitan Belotti autore di una doppietta in Nazionale contro il Liechtenstein.

L’ottava giornata si chiuderà lunedì sera con il posticipo tra Brescia e Fiorentina. Corini punterà ancora su Balotelli per interrompere la striscia negativa di due sconfitte consecutive. Montella potrebbe recuperare Chiesa ma dovrà rinunciare a Badelj (al suo posto Benassi). I viola (tre successi di fila) vogliono uscire dal Rigamonti con un risultato positivo per agganciare il treno europeo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui